Vico II° Garibaldi n. 8, Laconi (OR), 08034, Sardinia
+39 349 38 47 937
giovanieuropa.iddocca@gmail.com

Erasmus+: Mobilità e Formazione

IL PROGRAMMA

Erasmus+ è il programma dell’UE per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa. Grazie a un bilancio di 14,7 miliardi di euro, ha dato e darà a oltre 4 milioni di europei l’opportunità di studiare, formarsi, acquisire esperienza e fare volontariato all’estero.

Inteso a durare fino al 2020, il programma Erasmus+ offre opportunità non soltanto agli studenti. Sintesi di sette programmi precedenti, si rivolge ad un vasto spettro di persone e organizzazioni.

GLI OBIETTIVI

Il programma Erasmus+ si propone di contribuire alla strategia Europa 2020 per la crescita, l’occupazione, l’equità sociale e l’integrazione, nonché ai traguardi di ET2020, il quadro strategico dell’UE per l’istruzione e la formazione.

Il programma intende inoltre promuovere lo sviluppo sostenibile dei suoi partner nel campo dell’istruzione superiore e contribuire al conseguimento degli obiettivi della strategia dell’UE per la gioventù.

Fra i temi specifici affrontati dal programma:

  • ridurre la disoccupazione, specie tra i giovani
  • promuovere l’istruzione degli adulti, in particolare per quanto riguarda le nuove competenze e le abilità richieste dal mercato del lavoro
  • incoraggiare i giovani a partecipare alla vita democratica in Europa
  • sostenere l’innovazione, la collaborazione e le riforme
  • ridurre l’abbandono scolastico
  • promuovere la collaborazione e la mobilità con i paesi partner dell’UE.

IL CAPITOLO “GIOVANI”

Il programma Erasmus+ è aperto a tutti i giovani, non solo a quelli che seguono un corso di studi o una formazione. Con Erasmus+ è possibile fare volontariato in tutta Europa e nel resto del mondo o partecipare a uno scambio all’estero.

Gestito in Italia dall’Agenzia Nazionale per i Giovani, il capitolo Gioventù di Erasmus+ è rivolto a tutti i giovani tra i 13 ed i 30 anni, a prescindere dal loro background sociale e culturale e dal loro livello di scolarizzazione, e ad animatori giovanili.

La partecipazione alle opportunità offerte è possibile su presentazione di progetti per richiederne il finanziamento, da parte di organizzazioni senza scopo di lucro, enti locali e gruppi informali di giovani, non singoli giovani.

I partecipanti hanno la possibilità di fare un’esperienza di mobilità (attraverso ad esempio Scambi di giovani o Servizio Volontariato Europeo) per acquisire nuove conoscenze e competenze, presentando progetti per i quali richiedere il finanziamento improntati all’educazione non formale ed informale. Caratteristica unica del settore è l’attenzione per i giovani con minori opportunità, che si punta a coinvolgere attivamente nei progetti: l’inclusione sociale, infatti, insieme alla promozione della cittadinanza europea, rappresenta una priorità del capitolo Gioventù del Programma.

Altre finalità del capitolo sono: promuovere la partecipazione alla vita democratica in Europa e al mercato del lavoro, la cittadinanza attiva, il dialogo interculturale, la solidarietà; favorire miglioramenti qualitativi nell’ambito dell’animazione socioeducativa; integrare le riforme politiche a livello locale, regionale e nazionale e sostenere lo sviluppo di una politica in materia di gioventù basata sulla conoscenza e su dati concreti; favorire il riconoscimento dell’apprendimento non formale e informale, in particolare mediante una cooperazione politica rafforzata; accrescere la dimensione internazionale delle attività nel settore della gioventù e il ruolo degli animatori socioeducativi (Youth Workers) e delle organizzazioni giovanili quali strutture di sostegno per i giovani.

Fonte: www.erasmusplus.it

I progetti dei Giovani Iddocca

All’interno delle azioni del capitolo “Gioventù“, i Giovani Iddocca si occupano principalmente (e attualmente) di tre tipologie di progetti:

  • Scambi Giovanili

Se sei un giovane tra 13 e 30 anni hai l’opportunità di realizzare scambi giovanili con giovani provenienti da altri Paesi.
Uno scambio di giovani consiste nell’incontro tra due o più gruppi di ragazzi di Paesi diversi per affrontare insieme un tema comune. All’interno di un periodo minimo di 5 giorni e massimo di 21, i partecipanti hanno la possibilità di scambiare idee, confrontarsi, acquisire conoscenze e coscienza di realtà socio-culturali diverse tra loro.
Lo scambio avviene solitamente nel Paese del promotore che presenta il progetto.

  • Mobilità per gli Youth Workers

Nell’ambito della KA1 – Mobilità degli individui – è possibile realizzare progetti di formazione e messa in rete degli operatori attivi nel campo dei giovani e delle organizzazioni giovanili, in inglese youth workers.
Per i partecipanti a progetti sostenuti da tale Azione non sono previsti limiti di età.
Obiettivo è promuovere la qualità delle strutture di supporto per i giovani, offrire sostegno a chi lavora nel settore della gioventù e alle organizzazioni giovanili, promuovere lo scambio di pratiche educative a livello internazionale, migliorare la qualità del Programma.

Otto sono le attività che si possono realizzare con i progetti:

  • Job shadowing
  • Visita di fattibilità
  • Incontro di valutazione
  • Visita di studio
  • Seminario
  • Attività di costituzione di partnership
  • Corso di formazione
  • Messa in rete